Sabato, 21 Settembre 2013 00:17

Rumba

L'origine della rumba si deve all'incrocio di alcuni ritmi spagnoli con altri africani. In particolare il canto ha forti influenze andaluse mentre le percussioni sono africane.

Essa nasce formalmente a Cuba nel 1878, subito dopo l'abolizione della schiavitù, quando la gente di pelle nera comincia a spostarsi dalle campagne verso le periferie degli agglomerati urbani. È in un tale contesto, di miseria e di riscatto, che prende origine un ballo ed una ritmica che trae origine dalla fusione dei ritmi spagnoli ed africani.

Gli strumenti musicali utilizzati erano prettamente strumenti "recuperati" dalla vita di ogni giorno e, in particolare: maracas (composti con zucche svuotate e sassi), tamburi (qualsiasi tipo di cassone vuoto) e claves (composti da due bastoncini di legno).

La rumba classica si divide in tre tipologie:

- Yambù. Nella quale non esiste contatto fisico tra dama e cavaliere. La dama attira nel gioco amoroso l'uomo tramite figure molto sensuali basate su un ritmo lento. Metaforicamente rappresenta il ballo di uomo anziano che corteggia una dama più giovane, il ritmo è conseguentemente più lento rispetto alle altre tipologie.

- Guaguancò. Consistente in una danza imperniata sul corteggiamento e sulla simulazione dell'atto amoroso e basata su ritmi più veloci rispetto al Yambù. In tale fase il cavaliere esegue diverse serie di finte, girando attorno alla donna, cercando di allungare le mani verso le sue parti intime. La dama, a sua volta, si ritrae da tale esplicito corteggiamento e tenta di schivare le mani del cavaliere. Ciononostante, per propiziare la fertilità, continua a sedurre il cavaliere con rapidi movimenti ondulatori del bacino. L'improvvisa finta con la quale il danzatore insidia la donna, prende il nome di "Vacuna" che in spagnolo significa "Vaccino". Il maschio quindi, è come volesse pungere la donna per ingravidarla mentre ella si para portando la gonna in prossimità delle parti insidiate. In sostituzione della gonna la donna e l'uomo usano un fazzoletto per rendere più vistosi i movimenti.rumba2

- Columbia. È un tipo di rumba tipicamente rurale molto diffusa nella regione cubana di Matanzas, in cui danzano solo i maschi al fine di dimostrare la loro "potenza" e la loro "virilità" su ritmi velocissimi. Addirittura, in alcuni casi, si arriva alla prova dei coltelli: ogni ballerino si lega alle caviglie dei coltelli molto affilati e danza secondo un ritmo crescente. Vengono utilizzate anche bottiglie, fiamme e quantaltro, addirittura bendati, sempre a prova di virilità.

Agli inizi, i comportamenti maschili vennero ritenuti dalla borghesia troppo pericolosi e quelli femminili troppo licenziosi, per questo la rumba ebbe difficoltà nell'emergere, rimanendo confinata per lungo tempo nelle periferie urbane.

Essa diede poi vita a due diversi stili, uno che predilige la parte romantica della rumba (Yambù), l'altra più aggressiva e basata su Guaguancò e Columbia. La prima diede vita allo stile rumba/beguine, mentre la seconda diede vita allo stile caraibico da cui si giungerà, poi, al mambo ed alla salsa cubana. Infine, dalla columbia mescolata alla bomba, si arriva alla salsa portoricana.

Pubblicato in Cultura
Venerdì, 20 Settembre 2013 22:29

Rumba

Esistono due stili per ballare la Rumba: la Rumba lenta, più elegante e romantica, e la Rumba cubana, più rapida e allegra.

La posizione dei ballerini è simile agli altri balli caraibici come il Merengue, il Cha-Cha-Cha e il Mambo: i corpi sono molto uniti e le braccia poste in stile tropicale.

Regola numero uno della rumba è la posizione del corpo: ginocchia un po flesse e busto leggermente in avanti, questa posizione si chiama Afrocubana. La schiena e le spalle devono essere totalmente rilassate.

La rumba si balla sull'1. Nella 'vera' rumba la clave ti supporta in questo, se si rumbeggia su musica salsera la clave può confondere, soprattutto agli inizi..

Il passo base quindi è: 1 - 3 con un piede, per esempio il sinistro; 5 - 7 con l'altro, quindi il destro.

Tutti i passi devono essere marcati da una flessione delle ginocchia verso il basso (con rimbalzo in su sui tempi pari), schiacciando per terra con forza il piede, punta-tacco.

Per l'uomo: con le mani a pugno appoggiate all'inguine (dove i pantaloni hanno le pinces) si porta avanti il braccio opposto alla gamba, nel nostro caso il destro sull'1. Quindi si riparte con il braccio sinistro al 5 (si sta schiacciando col piede sinistro) e ritorna in posizione al 7. Il braccio deve avanzare morbido, non di scatto, con il polso e il dorso della mano in avanti.

Per la donna: entrambe le braccia muovono in avanti ma obliquamente verso la gamba che si muove, come per porgere un cestino, immaginando di avere la gonna delle mani. Idem come per l'uomo avanti a sinistra all'1, ritorno al centro al 3, avanti a destra al 5, ritorno al centro al 7.

Pubblicato in Corsi di salsa

Aprilia Kolada

Facebook

Youtube

Google+

Informativa. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Consulta la Cookies Policy